Un'attenta revisione di tutte le parti della centrifuga, può riportare l'efficienza operativa al 100% e ridurre sensibilmente il rischio di rotture e fermi macchina che potrebbero bloccare l'attività di un'intera azienda.

La revisione parte dallo smontaggio completo della centrifuga, con la valutazione del bilanciamento del tamburo e della conservazione della coclea interna.

Qualora lo stato dei componenti principali sia ancora accettabile la revisione continua con la sostituzione di tutti i componenti soggetti ad usura quali cuscinetti, tenute, riduttori, motori elettrici.

Benchè possa apparire come una manutenzione abbastanza costosa, essa permette di allungare la vita utile del separatore, con un notevole risparmio rispetto alla sostituzione dell'intera macchina.

Condividi

Carrello